Patenti false: denunciate 5 persone a Verbania Cusio Ossola

stradalePer convertire la patente di guida che li abilitasse alla guida di mezzi pesanti in Italia, hanno presentato alla Motorizzazione civile di Domodossola false patenti rilasciate dalla Polonia e dal Belgio.

Grazie ai sospetti dei funzionari della motorizzazione civile che, avendo più di qualche dubbio sull’autenticità della documentazione presentata per la conversione, cinque extracomunitari sono state denunciati dalla Polizia stradale di Verbania Cusio Ossola per i reati di falso materiale ed uso di atto falso perché in realtà non avevano mai conseguito quella categoria di abilitazione alla guida in nessun Paese.

Bologna: sfruttamento della prostituzione, sette arresti

operazioneDal soccorso di una giovane prostituta vittima di un tentativo di sequestro, avvenuta nella notte del 2 ottobre 2020 a Bologna, la Squadra mobile ha scoperto una banda che reclutava giovanissime donne in Albania per avviarle allo sfruttamento sessuale.

In quell’occasione i poliziotti fermarono uno dei responsabili dell’episodio criminale mentre, in fuga, era seduto a bordo di un volo di linea diretto a Tirana (Albania).

Il proseguimento dell’attività investigativa alla ricerca degli ulteriori responsabili, consentiva di identificare quattro ragazze sfruttate, nonché i complici del tentato sequestro di persona. Per questi fatti erano finiti in carcere un altro albanese e un italiano mentre un altro italiano veniva sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, quale titolare del contratto di locazione di un appartamento adibito a luogo di appuntamenti.

Inoltre la Squadra mobile, dalle intercettazioni telefoniche degli indagati, scopriva anche un giro di matrimoni simulati tra ragazze albanesi e italiani. Da questa nuova indagine che si è conclusa questa mattina, è emersa in particolare l’attività di due fratelli albanesi che costringevano alla prostituzione, in strada o all’interno di alcuni appartamenti in zona San Felice, giovani connazionali.

Nella vicenda sono finiti agli arresti oltre ai due fratelli albanesi anche tre italiani, mentre altri due sono stati destinatari del divieto di dimora. Gli italiani sono responsabili del favoreggiamento della prostituzione in quanto si sono prestati a matrimoni simulati con le giovani albanesi, in modo di far loro ottenere il permesso di soggiorno, stipulavano contratti di locazione di appartamenti dove le ragazze si prostituivano e provvedevano ad accompagnarle ogni giorno sulle strade.  

Il commissario Mascherpa e Poliziamoderna al 33° salone del Libro a Torino

Salone del Libro di TorinoLa Polizia di Stato è stata protagonista della giornata conclusiva alla 33^ edizione del Salone del Libro di Torino.

Tra gli impegni della giornata, questa mattina, al “Caffè letterario”, Poliziamoderna ha incontrato gli studenti del liceo artistico Passoni di Torino a cui sono stati presentati i tre volumi de “Il Commissario Mascherpa”, il poliziotto protagonista del graphic novel ideato dalla rivista e disegnato da Daniele Bigliardo, tra i disegnatori di Dylan Dog.

Libri de "Il commissario Mascherpa"Acquistare i tre volumi “La rosa d’argento”, “Mare nero” e “Banditi” de “Il commissario Mascherpa” rappresenta un prezioso strumento di solidarietà, poiché tutto il ricavato è destinato a sostenere il “Piano Marco Valerio”, un progetto che ogni anno fornisce un sostegno concreto alle cure delle malattie pediatriche gravi e croniche dei figli dei poliziotti.

Al “Caffè letterario” protagonisti sono stati anche 5 poliziotti scrittori. Elena Pagani, disegnatrice di identikit presso la Polizia scientifica di Mantova, ha presentato il suo saggio “Ladri di facce”, realizzato insieme al criminologo Alessandro Meluzzi, mentre Maurizio Lorenzi, della questura di Bergamo, ha illustrato il suo quinto libro poliziesco dal titolo “Il tempo degli sbirri”. Massimiliano Tedesco, poliziotto della Procura per i minorenni di Torino, ha presentato “Il buongiorno alternativo”, una raccolta in versi sciolti maturati nel periodo della pandemia, dopo la morte della moglie.

Luigi Giampetraglia, poliziotto di Napoli, con la figlia Federica, ha scritto, con caratteri tipografici che facilitano la lettura alle persone affette da dislessia, “Di draghi, di streghe, di pianeti lontani”.

Salone del Libro di Torinonfine, Antonio Zullo, ha parlato con i presenti del suo “Sessualità e relazioni di coppia”, dove l’autore affronta il tema di una corretta educazione sentimentale che, al di là degli interventi normativi, possa finalmente porre un freno al fenomeno della violenza di genere.

Reparti volo: da 50 anni sui cieli italiani

Il servizio aereo della Polizia festeggia i 50 anni dalla sua istituzione: mezzo secolo in volo con aerei ed elicotteri capaci di fornire un prezioso aiuto dall’alto in situazioni d’emergenza. Uomini e donne, che dal 1971 sono sempre pronti al decollo per operare in contesti difficilmente raggiungibili, trasportare unità operative, se necessario, e per cercare e soccorrere persone disperse.

Dall’anno dell’istituzione del Servizio aereo della Polizia, e la nascita del I Gruppo volo all’aeroporto di Pratica di Mare, vicino Roma, altri 10 Reparti sono stati creati sul territorio nazionale per garantire la sicurezza anche dal cielo.

Questi primi 50 anni (foto storiche) di volo sono stati raccontati nell’approfondimento di Poliziamoderna, la rivista ufficiale della Polizia di Stato.

In occasione di questa importante ricorrenza, questa mattina, il capo della Polizia Lamberto Giannini ha partecipato all’intitolazione dell’aula briefing del I Reparto volo a Pratica di Mare, dedicata alla memoria del primo dirigente Giovanni Liguori e dell’ispettore capo Eliano Falivene che nel 2007, proprio il 16 ottobre, vicino Roma, persero la vita in un incidente con l’elicottero, durante un volo d’addestramento. Il loro sacrificio è stato ricordato dalle parole della signora Fortuna Pappalardo, moglie dell’ispettore Falivene e della signora Viviana Liguori, nipote di Giovanni Liguori.

Alla cerimonia erano presenti il generale dell’Aeronautica Militare Mauro Lunardi, comandante dell’Aeroporto, il vice capo della Polizia direttore centrale della Polizia criminale Vittorio Rizzi e il direttore centrale per la Polizia stradale, ferroviaria, delle comunicazioni e per i Reparti speciali, Daniela Stradiotto.

Nel corso della cerimonia, moderata da Valeria Cangelosi, direttore del Servizio aereo, è stata ripercorsa la storia dei nostri specialisti con un video commemorativo a cui hanno fatto seguito gli interventi di Claudio Mastromattei, direttore del Servizio reparti speciali, e di Saverio Urso, dirigente del I Reparto Volo di Pratica di Mare.

Per l’occasione sono stati presentati il libro e la mostra fotografica “Le ali della Polizia- Da 50 anni in volo” curati dal fotografo di fama mondiale Massimo Sestini.

capo della Polizia a Pratica di MareNell’intervento conclusivo, il prefetto Giannini ha sottolineato: “Ringrazio tutti gli appartenenti ai reparti volo di cui sono orgoglioso perché sto vedendo, andando spesso in missione in giro per l’Italia, quanta professionalità quanta preparazione e anche quanto senso di attaccamento al dovere c’è”.

Quando passerà il tempo – ha proseguito il prefetto Giannini – quando ce ne andremo a riposo, quando ci saranno altri, ci sarà sempre un testimone che sarà tramandato. A mio avviso che ci siano dei nomi ben scolpiti, dei ricordi ben scolpiti, aiuterà le nuove generazioni in questo passaggio perché le persone che perdiamo, i nostri caduti, saranno sempre il nostro esempio ed è quello a cui dobbiamo guardare nei momenti difficili

La cerimonia d'intitolazione al I Reparto Volo per il 50° AnniversarioAl termine il capo della Polizia ha proceduto alla scopertura della targa intitolata ai due piloti, benedetta da don Antonio Raaidy, cappellano della Polizia di Stato e alla consegna ai familiari del decreto di intitolazione.

Conclusa la cerimonia d’intitolazione il prefetto Giannini e gli ospiti presenti hanno potuto visitare la mostra fotografica allestita nei locali adiacenti alla Sala dedicata all’ispettore Falivene e al primo dirigente Liguori.

Olivia Petillo

Napoli: arrestate 10 persone per tentata rapina e spaccio di droga

operazioneArrestate a Napoli 10 persone, di età compresa tra i 26 e i 67 anni, per tentata rapina aggravata, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’indagine è nata a seguito di una tentata rapina, nel quartiere di Secondigliano, dove due uomini a bordo di uno scooter hanno cercato di rubare un orologio Rolex ad una donna.

I poliziotti indagando su questo episodio hanno scoperto l’esistenza di due diversi gruppi, operativi prevalentemente nelle zone di Cappella a Pontenuovo, Case Nuove e Gianturco, che gestivano lo spaccio di diverse tipologie di sostanze stupefacenti. Durante l’attività investigativa gli agenti hanno arrestato in flagranza di reato alcuni dei pusher e sequestrato diversi quantitativi di droga.