Futuro in divisa: La polizia tra le preferite dagli studenti

Il convegno all'università UnicusanoSi è svolta oggi a Roma, presso l’Università degli studi “Niccolò Cusano” la 4ª edizione del Concorso “Onore al Merito”, nell’ambito dell’evento “Obiettivo Futuro: l’identikit di chi sogna la divisa”, organizzato da Skuola.net, una delle piattaforme web più seguite dagli studenti italiani.

Nel corso dell’evento sono stati presentati i risultati di una ricerca svolta intervistando circa 30mila studenti di scuole medie, superiori e università. Da quanto emerso, circa il 6% del totale degli studenti si dichiara fortemente interessato ad una carriera nelle Forze di polizia e Forze armate.

I dati della ricerca mostrano come i giovani che scelgono le Forze armate o di polizia, hanno un buon curriculum di partenza: oltre 4 su 10 dichiarano un rendimento negli studi di tutto rispetto: il 15% tutti voti alti, il 27% voti medio-alti.

Anche il contesto sociale di provenienza smentisce un pregiudizio diffuso: oltre 4 su 10 ritengono di avere una situazione economica “tranquilla”: ben il 31% dice di appartenere a una famiglia “mediamente agiata”, l’11% di essere “molto agiato”.

Durante l’evento sono intervenuti vari membri delle istituzioni tra cui l’ammiraglio di divisione della Marina Militare Fabio Agostini, il primo dirigente della Polizia di Stato Maria Teresa Panone, il vice questore aggiunto della Polizia di Stato Marco Travisani, il generale di brigata dell’Esercito Italiano Stefano Di Fulio e il generale di brigata dei Carabinieri Stefano Dragani, oltre alla dottoressa Valentina Galeno Mellucci per AssOrienta e alla dottoressa Patrizia Nissolino per Nissolino Corsi. A moderare l’incontro il direttore di Skuola.net Daniele Grassucci.

Ma, alla fine, qual è la principale motivazione che spinge verso questa carriera? Tra chi si dichiara disposto a entrare nelle Forze armate o di polizia, ben 2 su 3 hanno almeno un membro della propria famiglia che indossa o ha indossato in passato una divisa.

A prescindere però da questi elementi soggettivi, i dati confermano un interesse e un entusiasmo generalizzati verso la carriera in divisa.

Questo nonostante rispetto all’edizione 2021 dell’Osservatorio si registri una contrazione dell’interesse dovuta all’allargamento del conflitto in Ucraina e alle preoccupazioni per la stagione di instabilità internazionale.

A concludere l’excursus sui giovani che sognano la divisa, la classifica delle divise preferite dai ragazzi.

Rispetto all’edizione 2021 l’appeal delle Forze armate (Esercito, Carabinieri, Aeronautica, Marina) è in lieve flessione.

Di contro, guadagnano terreno le Forze di polizia (soprattutto Polizia di Stato e Guardia di Finanza), che rosicchiano consensi che in passato andavano in direzione dei corpi dalla vocazione più spiccatamente militare. la Polizia di Stato oltre a ribadire la leadership tra le Forze di Polizia, con il 14% dei voti, cresce ulteriormente nelle quotazioni (un anno fa era al 13%).